[Video] Thailandia – buddisti, nuova apostasia. Principii del documento di Abu Dhabi “da diffondere in Oriente”

Foto da qui

Apostasia anche in Thailandia. Come si vede, Abu Dhabi era solo il passo “monoteista-abramitico” del cammino verso la disinitegrazione sostanzialmente esplicita della Fede.

Il card. Miguel Ángel Ayuso Guixot, presidente del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso, è stato chiaro: “Sono molto lieto dell’incontro che ha avuto luogo oggi tra il Patriarca Supremo della Thailandia e Sua Santità il Papa Francesco – afferma – perché nei dialoghi e nei discorsi è emerso chiaramente l’apprezzamento di uno verso l’altro, di una tradizione verso l’altra, il cui punto di incontro è stato quello del riconoscimento della fraternità”.

Non solo: “Simbolico il fatto che Papa Francesco ha molto sottolineato che la nostra presenza è una presenza di testimonianza e di servizio aldilà delle appartenenze, cosa anche ratificata dal Patriarca Supremo della Thailandia“.

Tra i doni portati da Papa Francesco – annota VaticanNews – anche la Dichiarazione di Abu Dhabi: “Credo che abbia messo in risalto l’importanza – ha detto il porporato – che tale messaggio di fratellanza umana per la pace e la convivenza comune sia necessario da diffondere anche in Oriente“.

3 Commenti a "[Video] Thailandia – buddisti, nuova apostasia. Principii del documento di Abu Dhabi “da diffondere in Oriente”"

  1. #bbruno   21 Novembre 2019 at 9:46 pm

    ma vadano a zappare… Ecchissenefrega.

    Rispondi
  2. #bbruno   22 Novembre 2019 at 5:17 pm

    E poi della ‘lingua” del Bergoglio che me ne può importare…. Diventata più che”‘straniera”, ESTRANEA…Torniamo anche noi, allora, al dialetto nostro, e preghiamo Giove e Mercurio, Giunone e Venere, e che questo intruso in Vaticano torni al suo “dialetto” , quello della Pachamama, in Patagonia….E la smetta di fare il mantenuto in Vaticano, arrappresentare un Dio che non conosce . E vada in Amazzonia…Che ci sta a fare qui???? A insolentirci???
    Il suo trasloco, e quello della corte dei suoi guitti, nella foresta, a cantare la sua ‘ninna nanna’, ai pennuti umani: questa sì sarebbe una rivoluzione!

    Rispondi
  3. #Leo   22 Novembre 2019 at 10:50 pm

    BBRUNO sono con te . Basta con le genuflessioni .

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.