In estrema sintesi: come è finito il pasticcio del libro Ratzinger-Sarah e come sarà firmato

Posto il carattere grottesco della vicenda, di cui già abbiamo detto:

è forse giunto il momento di rispondere alla domanda: come uscirà il libro?

A dare (per ora) una risposta è Jean-Marie Guénois su Le Figaro.

La prossima edizione francese e tutte le successive nelle altre lingue (con, forse, almeno una eccezione: vedere alla fine) dovranno recare per l’introduzione e la conclusione, la frase «redatta dal cardinale Sarah, letta e approvata da papa Benedetto XVI» («rédigé par le cardinal Sarah, lue et approuvée par le pape Benoît XVI»).


Quanto alla copertina del libro: via i due nomi affiancati, in favore della dicitura: «Cardinale Robert Sarah, con la collaborazione di Benedetto XVI» («Cardinal Robert Sarah, avec la collaboration de Benoît XVI»).

Un’eccezione pare sarà costituita dalla Ignatius Press (traduzione anglofona) che rivendica una forma di pubblicazione coautorale: Ignatius Press considers this a coauthored publication. Per avere ulteriori dettagli sul loro comunicato, cliccare qui.

Insomma: un gran caos.

Un commento a "In estrema sintesi: come è finito il pasticcio del libro Ratzinger-Sarah e come sarà firmato"

  1. #bbruno   14 Gennaio 2020 at 6:54 pm

    ma se nessuno li ca^^^sse? Non hanno ancora stancato??? Della loro chiesa che facciano quello che vogliono, che più farlocca di così non si potrebbe….

    Rispondi

Rispondi a bbruno Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.