Per la gospa, nel 1981, “tutte le religioni sono uguali davanti a Dio”

Image by Tóth László from Pixabay

Che il “fenomeno” di Medjugorje si regga sulla devozione dei fedeli, da una parte, ma anche su fatti e comportamenti quantomeno dubbi, è un fatto assodato. Radio Spada ha da sempre messo in guarda, per quelli che sono i suoi mezzi, dal credere ai “veggenti” ma dobbiamo constatare che dal credere aiveggenti” al credere neiveggenti” il passo è breve: sia sufficiente far menzione della ridicola questione del “compleanno di Maria” che per duemila anni di Chiesa cattolica si celebra il giorno 8 settembre e che per Vicka e compagno cadrebbe il 5 agosto perché gliel’avrebbe detto la Madonna (!)

Del resto, le incongruenze, le follie teologiche che la “Gospa” dispensa a piene mani da decenni sono numerosissime e ne abbiamo più volte parlato. Qui richiamiamo una delle più clamorose, ossia il messaggio del 1° ottobre 1981. A quei tempi, i “veggenti” erano meno organizzati e più naif, sicché la “Gospa” prendeva sovente clamorose gaffe.

Il 1° ottobre 1981[1] i “veggenti” usavano ancora la prassi di far rispondere la “Gospa” a domande scritte su bigliettini: in uno di questi, un fedele chiedeva “Tutte le religioni sono buone?”. La risposta? “Tutte le religioni sono uguali davanti a Dio. Dio regna su di esse come il sovrano nel suo regno. Nel mondo, non tutte le religioni sono uguali, perché la gente non si sottomette ai comandamenti di Dio. Li rifiutano e li denigrano”.

Altra domanda su bigliettino: “Tutte le chiese sono uguali?”.

Risposta della “Madonna”: “In alcune si prega di più Dio, in altre meno. Questo dipende dai sacerdoti che animano le preghiere, dipende dal potere che hanno”.

Quindi la differenza “terrena” tra le religioni dipenderebbe da quanto gli uomini si sottomettono ai comandamenti di Dio (quale dio tra i tanti?) e in tutte le chiese (cattolica, ortodossa, protestante, valdese…) si pregherebbe un po’ più o un po’ meno a seconda di quanto sia “potente” il sacerdote.

Valutate voi.

Qui potete consultare un nutrito DOSSIER sulle “apparizioni” di Medjugorje.


[1] Ci sono decine di fonti che confermano il messaggio. Tra le moltissime, http://fuoridelcoro.altervista.org/1981.htm

9 Commenti a "Per la gospa, nel 1981, “tutte le religioni sono uguali davanti a Dio”"

  1. #angela   29 Gennaio 2020 at 1:59 pm

    5 agosto…. piange, i veggenti impauriti…

    https://lanuovabq.it/it/sulle-tracce-di-maria-il-santuario-di-valmala

    Rispondi
  2. #angela   29 Gennaio 2020 at 2:10 pm

    https://medjugorje.altervista.org/index.php/messaggi/medjugorje/straordinari/1981
    il primo ottobre non trovo messaggi, le risposte dei veggenti non sono messaggi, inoltre il testo della risposta data dai veggenti non è questa….che si trova ovunque con le store tarocche….

    Rispondi
    • #Redazione RS   30 Gennaio 2020 at 4:01 pm

      le risposte dei veggenti riportavano presunte risposte della Vergine. quindi, signora, o i veggenti ciurlano nel manico o “ciò che appare” non è cattolico.

      Rispondi
  3. #bbruno   30 Gennaio 2020 at 11:38 am

    che razza di madre è questa gospa che ci dice che è gradito a Dio anche chi il suo figlio uccide credendo di fargli cosa gradita?

    Rispondi
  4. #Paolo3233   30 Gennaio 2020 at 7:45 pm

    Colpisce veramente l’arroganza e il disprezzo, carico d’odio, per la verità dei fatti, da parte di angela, quando parla di Medjugorje. Comunque i medjugorjani fanno più o meno tutti così. Non verificano, non approfondiscono, non studiano. Si abbeverano esclusivamente alle fonti propagandistiche e, senza nemmeno provare a sapere come stanno le cose, vomitano fiele su chi dice cose che non gli aggradano (nel caso in questione, accusano Radio Spada di pubblicare “storie tarocche”).
    Ecco qui: https://www.md-tm.ba/clanci/le-deviazioni-di-medjugorje

    Rispondi
    • #angela   31 Gennaio 2020 at 7:42 pm

      Paolo3233 se ha la cortesia di spiegarmi dove vede l’odio, l’arroganza ed il disprezzo, nelle mie parole e dove stiano le verità dei fatti in Corvaglia le sarò grata.I fatti li conosco da ben prima che Corvaglia iniziasse la sua guerra. Comunque non serve a nulla combattere contro Dio, disse Gamaliele, ognuno di noi potrà verificarlo di persona, e questo è certo. Sia pe rme che per lei che per Corvaglia che per la redazione.

      Rispondi
      • #Paolo3233   1 Febbraio 2020 at 7:44 am

        La sua arroganza sta nel fatto che di fronte a fatti documentati, sia da storiografi medjugorjani della prima ora, sia ufficialmente dalla Diocesi di Mostar (e qui stiamo parlando del messaggio del 1 ottobre 1981 sulle religioni tutte uguali) lei nega. Se non è arroganza questa, mi spiace proprio. Con lei è inutile parlare.

        Rispondi
  5. #Navarro   31 Gennaio 2020 at 9:26 pm

    In uno dei quaderni di aggiornamento che P. René Laurentin pubblicava periodicamente con la editrice Queriniana, spiegò che parlando con i veggenti a riguardo della frase “tutte le religioni sono uguali davanti a Dio” loro specificarono che nella cultura Jugoslava dire religione era un po’ come dire popolo, nel senso che dire cattolico è come dire croato, dire bosniaco è come dire musulmano, dire serbo è come dire ortodosso…per cui concludeva P. Laurentin che la frase andrebbe compresa come “tutti popoli sono uguali davanti a Dio”

    Rispondi
    • #Paolo3233   1 Febbraio 2020 at 7:46 am

      “Tutte le religioni sono uguali davanti a Dio. Dio regna su di esse come il sovrano nel suo regno.” Più chiaro di così. Poi se vi volete bere le pezze a colori della propaganda medjugorjana, fate pure.

      Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.