La conferma che nell’elaborato papale non vi siano menzioni specifiche è stata data dai vescovi americani e fatta circolare dalla agenzia dell’episcopato americano, Catholic News Service, anche se nei giorni scorsi il tam tam interno al Vaticano dava per scontato l’assenza di qualsiasi apertura sulla consacrazione di laici di provata vede e virtù ma sposati.

La presentazione del testo avverrà domani mattina e, tra i relatori, spicca l’assenza del cardinale Claudio Hummes, il brasiliano che per primo aveva portato avanti la battaglia dei preti sposati nelle zone amazzoniche all’interno delle quali pesa tantissimo l’assenza di vocazioni e di preti.

Quanto riportato è una citazione di un articolo di Franca Giansoldati, giornalista de Il Messaggero molto introdotta in ambienti vaticani.

Le voci sul reale contenuto del documento “Querida Amazonia” restano contrastanti ma questa “indiscrezione”, così chiara e vicina alla data di pubblicazione, fa certamente riflettere. Di segno totalmente opposto erano state le anticipazioni di Corrispondenza Romana.