[Video] E la gospa deragliò pure sull’aborto: “I bambini abortiti non vanno nel limbo”

Ecco emergere un nuovo scivolone della gospa, che a quanto pare sa poco o nulla di Dottrina Cattolica.

I bambini abortiti? Non vanno nel limbo ma direttamente in paradiso. Insomma: la distinzione tra peccato originale e peccato attuale – uno dei cardini fondamentali della Fede – sarebbe irrilevante.

Del resto, che la Chiesa insegni tradizionalmente l’esatto contrario della gospa è cosa nota. Pio XII ha affermato in maniera inquivocabile:

Nella presente economia non vi è altro mezzo per comunicare questa vita al bambino, che non ha ancora l’uso della ragione. E tuttavia lo stato di grazia nel momento della morte è assolutamente necessario per la salvezza; senza di esso non è possibile di giungere alla felicità soprannaturale, alla visione beatifica di Dio. Un atto di amore può bastare all’adulto per conseguire la grazia santificante e supplire al difetto del battesimo: al non ancora nato o al neonato bambino questa via non è aperta.

Ecco il video della “veggente” Mirjana, al minuto 1:15:

Qui altri articoli sulle follie medjugoriane.

5 Commenti a "[Video] E la gospa deragliò pure sull’aborto: “I bambini abortiti non vanno nel limbo”"

  1. #bbruno   10 Febbraio 2020 at 4:20 pm

    mandiamola al catechismo, lei e la sua corte….

    Rispondi
  2. #Franco Fontana   11 Febbraio 2020 at 11:36 am

    Il limbo non è mai stato una definizione della Chiesa (dogma). Era solo un’idea teologica, fondata sulla necessità del battesimo per la salvezza. Oggi dice che i bambini che muoiono senza battesimo sono affidati alla misericordia di Dio. Ed è più logico pensare che vanno in paradiso, appunto per la misericordia divina. CCC n° 1261.

    Rispondi
  3. #Angel   11 Febbraio 2020 at 6:31 pm

    Se vanno direttamente in Paradiso pongono dei problemi teologici sul sacramento del Battesimo come indispensabile per la salvezza eterna. Che ognuno di noi, compresi i poveri bimbi abortiti, è affidato alla misericordia di Dio è ovvio ma detto così appare troppo semplicistico.
    Le parole, seppur belle e auspicabili, andrebbero spiegate e non liquidate in poche righe.

    Rispondi
  4. #lister   11 Febbraio 2020 at 6:37 pm

    Speculando sulla abusata “misericordia divina”, Lutero insegnava:
    “pecca fortiter sed crede fortius” ovvero:
    Pecca quanto ti pare, tanto, poi, la “misericordia divina”…

    Rispondi
  5. #Lorenz   11 Febbraio 2020 at 10:43 pm

    Non è affatto ovvio, e anzi è falso, che i bimbi abortiti possano andare in paradiso secondo la fede della Chiesa: sono i fanciulli che possono usare almeno minimamente della ragione, e che hanno avuto una loro effettiva vita vissuta, che lo possono fare. Chiaro? Gli infanti neonati e i feti abortiti, i quali non siano battezzati, non lo sono oggetto di quelle considerazioni catechetiche possibiliste le quali invece riguardano appunto i fanciulli non più neonati. Viceversa, i neonati che sono battezzati vanno in paradiso, pur senza vantare anche poi una loro gloria nel giorno del giudizio universale.

    Rispondi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.