Prima il sindaco di Venezia, poi quelli di Sassuolo, Siena, Giulianova, Nettuno, Ventimiglia, Tagliacozzo, Terni, Vanzaghello, Casole d’Elsa, Siracusa, per dire quelli a noi principalmente noti.

Ad Ascoli le chiavi della città sono state consegnate a Sant’Emidio, a Lecco il sindaco si è affidato a San Nicolò, a Silvi a San Leone.

La Polizia di Stato ha affidato l’Italia a San Michele Arcangelo, suo patrono.

Non si contano le diocesi e le parrocchie che – seppure rette da neomodernisti – hanno avuto occasione di celebrare affidamenti e consacrazioni. Gli episcopati di 22 Paesi hanno consacrato le loro Nazioni al Sacro Cuore di Gesù e al Cuore Immacolato di Maria.

>>> IMPORTANTE: Ecco il modulo per chiedere ai sindaci la consacrazione al Cuore Immacolato <<<