[SPADAKITCHEN] Finocchi gratinati di Santa Ildegarda

Sono sempre felice di presentarvi ricette legate al culto dei santi; quando poi i piatti li crea una santa in persona come Santa Ildegarda, la mia gioia è doppia. Ed è proprio il caso di parlare di gioia, dato che secondo S. Ildegarda ci sono “alimenti della tristezza”, che fanno male alla nostra salute, e “alimenti della gioia”, che ci rinvigoriscono e ci aiutano a mantenerci in salute. Tra questi ultimi ci sono i finocchi gratinati, che oggi vi presento per la rubrica “Ricette di magro”, tratti dal libro “Le ricette della gioia con Santa Ildegarda” di Daniel Maurin e Jany Fournier- Rosset.

DOSI: 6 persone

DIFFICOLTA’: Bassa

PREPARAZIONE: 30 minuti

COTTURA: 60 minuti

COSTO: Basso

INGREDIENTI:

  • 6 finocchi medi
  • 100 g di formaggio a pasta cruda (io ho usato la robiola)
  • Formaggio grattugiato q.b. (io ho usato il parmigiano)
  • ½ cucchiaino di cumino
  • Sale q.b.

Per la besciamella:

  • 100 g di burro
  • 40 g di farina 00
  • 600 ml di latte
  • 1 pizzico di noce moscata
  • Sale q.b.
  • Pepe nero q.b.

PREPARAZIONE:

Per prima cosa, mondate i finocchi, tagliateli a fette spesse circa ½ cm e lavateli, dopodiché fateli cuocere in una pentola capiente con acqua bollente salata per circa 20 minuti dalla ripresa dell’ebollizione.

Intanto, preparate la besciamella. Mettete a scaldare il latte. Nel frattempo, fate sciogliere il burro in una pentola, poi aggiungete la farina e, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno, fate cuocere per pochi minuti a fuoco basso, facendo attenzione a non far colorire la farina. A questo punto, unite un po’ alla volta il latte bollente, continuando a mescolare. Poi aggiungete sale, pepe e noce moscata. Lasciate cuocere a fuoco basso per circa 10 minuti, senza smettere di mescolare. Quando la salsa sarà pronta, aggiungetevi il cumino e mescolate.

Quando i finocchi saranno cotti, scolateli e disponeteli in una pirofila imburrata ed infarinata. A questo punto, aggiungete la robiola e mescolate, regolando di sale, dopodiché ricopriteli con la besciamella e spolverizzate con il formaggio grattugiato.

Infine, fateli gratinare in forno preriscaldato (io ho usato la funzione ventilata) a 180° per circa 20 minuti, fino a quando si formerà una crosticina dorata.

NOTE:

Nel libro dal quale ho tratto questa ricetta, c’è scritto che nella ricetta originale si consiglia di usare il cantal, un formaggio di latte vaccino a pasta pressata cruda e di colore giallo, prodotto nell’omonima regione francese.

Nella ricetta originale era prevista anche la galanga (1 cucchiaino da aggiungere alla besciamella) ma l’ho omessa perché non l’ho trovata.

Alla prossima ricetta,

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.