Mons. Antonio Livi è passato all’eternità: un tributo e una preghiera.

Teologo, docente, scrittore, uomo di Chiesa: Mons. Livi, nato nel 1938 a Prato, è ora passato all’eternità.

Protagonista di un cammino che lo ha condotto sempre più verso la Tradizione, è stato un severo critico di diversi aspetti del neomodernismo.

Non sempre le sue posizioni hanno coinciso con le nostre.

Sicuramente è stato uno dei grandi attori del dibattito teologico contemporaneo e ci è impossibile non tributargli un ultimo saluto, con la garanzia delle nostre preghiere.

A Dio, Monsignore!

3 Commenti a "Mons. Antonio Livi è passato all’eternità: un tributo e una preghiera."

  1. #Paolo   2 Aprile 2020 at 6:32 pm

    eterno riposo donagli o Signore, la luce perpetua risplenda su di Lui, riposi in pace, amen.

    Rispondi
    • #Paolo O.   2 Aprile 2020 at 8:41 pm

      Lo stesso giorno di Woijtila.
      Con cui scrisse Fides et Ratio

      A Dio, monsignore

      Rispondi
    • #Don Ettore   2 Aprile 2020 at 9:38 pm

      25 anni fa, giovanissimo chierico di filosofia ho avuto mons. Livio come professore. Mi aiutò a scegliere vie concrete verso il Sacedozio. Il Signore rimeriti la sua carità , la sua ricerca scientifica della verità, percepita come adesione intelligente e cordiale a Cristo stesso, gli innumerevoli esempi di Sacerdote dalla soda pietà ed integerrima fedeltà. Pregheremo per Lei, professore, il buon Dio La accolga in quel regno di gloria in cui fermamente ha creduto e sperato e di lassù non cessi di ricordarci a Signore ed alla Vergine Maria, ci aspetti e ci prepari un posto in Paradiso.

      Rispondi

Rispondi a Paolo Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.