Don Leonardo Ricotta ha lasciato la parrocchia di Villabate. Il sacerdote, noto per le sue omelie con ampie citazioni tomistiche, recentemente aveva pubblicamente condannato l’ecumenismo indifferentista e denunciato in relazione a questo “i 60 anni di catastrofe post-conciliare“.

A far ancora più scalpore era stato un video in cui aveva chiarito di non essere disponibile a particare il triplice sacrilegio che si sarebbe compiuto applicando alcune indicazioni sulla comunione attraverso guanti: macelleria eucaristica, l’ha definita. Pare essere stato proprio questo il fattore scatenante che ha portato alle dimissioni.

La notizia ufficiale della sua rinuncia arriva con un comunicato dell’Arcidiocesi. “A far data dal 21 maggio 2020 – si legge nella nota – il rev. don Leonardo Ricotta, presbitero della Chiesa di Palermo, non è più il parroco della parrocchia S. Agata V.M. in Villabate avendo egli stesso rinunciato a tale ufficio“.