Lumen roma / CC BY

Riprendiamo da Gloria.tv, che cita Paix liturgique, il rapporto recentemente pubblicato (e riferito al 2018-2019) circa l’espansione del culto tradizionale. I dati sono certamente significativi e, va detto, non tengono conto delle messe celebrate dai vari esponenti del mondo sedevacantista. Va inoltre chiarito che buona liturgia non è sempre sinonimo di buona dottrina (il Concilio Vaticano II fu realizzato da vescovi che celebravano la Messa Tridentina). Ecco di seguito qualche numero:


Nel 2018, la liturgia tradizionale era celebrata in 80 paesi, l’anno dopo in 88, come scrive PaixLiturgique.org in un rapporto al riguardo.

Ci sono 5.550 sacerdoti di “Rito Tradizionale”:

• 657 sacerdoti appartengono alla FraternitĂ  Sacerdotale di San Pio X, circa altri 50 a ordini amici della S. Pio X. Altri 50 alla “Resistenza” (Mons. Williamson).

• 580 sacerdoti appartengono a gruppi riconosciuti dal Vaticano, il più grande di questi è la Fraternità SAcerdotale San Pietro (320 preti).

• 120 sacerdoti appartengono all’abbazia di Fontgombault e 30 sono distaccati ad altri monasteri benedettini.

• Circa 50 sacerdoti appartengono a gruppi riconosciuti da diocesi o monasteri.

• Oltre 4.000 sacerdoti dioesani e religiosi celebrano la “Messa in latino”.


Per una versione piĂą dettagliata cliccare sui link in alto.