🔴 Serv. sociali, incontro “protetto”: madre abbraccia figlio dopo 4 mesi, 400 € di multa. Convocata manifestazione

Una multa di 400 euro per aver riabbracciato il figlio che non vedeva da quattro mesi, riferisce TGCOM24 (grassettature nostre).

È quanto accaduto a Reggio Emilia a una mamma, alla quale da alcuni anni è stato tolto l’affidamento del bimbo (9 anni). L’episodio è avvenuto durante un incontro protetto organizzato dai servizi sociali. L’educatrice presente ha preteso il distanziamento sociale perché mamma e figlio non vivono sotto lo stesso tetto e ha chiamato i carabinieri che, una volta giunti alla struttura, hanno multato la donna.

Il testo continua riferendo – dalla Nuova BQ (dichiarazioni di Elisa Fangareggi, presidente di Time4life) – che la ragazza madre aveva soltanto chiesto aiuto ai servizi perché non riusciva a conciliare la cura del bambino con i turni di lavoro. Sulla base di una presunzione di inadeguatezza, il bambino le è stato tolto.

Come riporta Il Giornale, ora la donna rischia di non poter più partecipare agli incontri protetti che si svolgono una volta alla settimana.

La notizia ha fatto rapidamente il giro delle redazioni e soprattuto del web, al punto che è stata convocata una manifestazione di supporto alla madre, domenica 21 giugno alle ore 17, in Piazza Martiri del 7 luglio (Reggio Emilia):

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.