Il primato di Pietro in un discorso del cardinale Pitra

Estratti da un discorso tenuto il 18 giugno 1870 al Concilio Vaticano da S.E.R. Cardinale Jean Baptiste Francois Pitra O.S.B. (1812-1889), storico e archeologo.



“E ora sorgano gli innografi anonimi e perciò antichi, forse anche più santi, ragion per cui il proprio nome ci nascosero, sorgano dunque, celebrino Pietro, non tanto l’apostolo, chiuso nel tempo dell’umana vita ma il pontefice della Chiesa, maestro e araldo, IMMORTALE nei suoi romani successori.

“O Pietro, pietra inconcussa nella tua fede, Tu conservi la pienezza della Chiesa”, “Pietro è la pietra della Fede”, “Tu, fatto tempio della Santissima Trinità, Tu, divino interprete, annunziatore di verità, santifica ed illumina quelo che con fede ti venerano”.

“Te beato ti chiamò Cristo, ti chiamò Pietro con proprio nome, pietra e base della Chiesa, pietra che non può essere distrutta”.

“Sei stato fatto primo vescovo di Roma, tu base e colonna della città ortodossa sopra tutte le altre, fulcro della Chiesa di Cristo, che le porte dell’Inferno, per la promessa del Signore, non abbatteranno.”

“Hai dato stabilità alla tua chiesa, o Signore, sulla stabilità di Pietro”.

“O Pietro, tu basamento degli apostoli, tu pietra della Chiesa cristiana, tu primizia dei cristiani che pasci le pecorelle, che difendi gli armenti del tuo ovile”.

“Tu meritatamente e veramente designato, sei pietra di fede e clavigero di grazia”.

“O Pietro, pietra di fede, Tu con giusto nome sei chiamato pietra, quando il Signore fortificò l’inconcussa fede della Chiesa, ti fece sommo pastore di tutte le pecore immaginabili, ti fece ottimo custode delle porte celesti, affinchè tu le apra a tutti coloro che vi bussano con fede. In te fondò la Chiesa immobile, su cui non prevarranno le porte degli inferi, affinchè non vincano le ciarle degli eretici, nè la distrugga l’arroganza dei barbari”[…]”Noi celebriamo, fedeli, Pietro, pietra di fede”.

“Vedendo in Te, Pietro,la forza inespugnabile della tua fede, Cristo Cristo ti stabilì come fondamento della Chiesa”.

“Comprasti, onestissimo Pietro, una perla inestimabile e trovasti la prima cattedra che esista sotto il cielo, Tu fulcro della fede, Tu basamento della Chiesa, Tu sigillo e coronide, Tu che sei la sublimità sacra dei sommi apostoli, Tu che sei anche la solidissima base della Chiesa, o Pietro, fortunatissimo tra tutti, tu Duce del coro degli Apostoli, patrono e divino Prototrono”.

“O beato, come bocca di tutti e ispirato da Dio esclamasti: tu sei figlio del Dio vivente, perciò hai ricevuto un premio pari ai tuoi meriti e Cristo, che è egli stesso fondamento, chiamandoti pietra e fondamento, ti ha stabilito su una cattedra irreprensibile. […]



Testo tradotto a cura di Piergiorgio Seveso

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.