Sangue di Cristo, consolazione nel pianto, salvaci !

Continuano le meditazioni sul Preziosissimo Sangue di Gesù del benemerito sacerdote oratoriano inglese, convertito dall’anglicanesimo, Frederick William Faber (1814-1863) offerte da fsspx.news

Il Preziosissimo Sangue appartiene agli uomini in un modo molto speciale. Dio invita l’uomo a venire e ad immergersi in questo bagno celeste e ad attingere da esso non solo la purificazione della sua anima, ma anche la forza di una vita nuova e soprannaturale.
Non c’è una scienza teologica che non ricorda il Preziosissimo Sangue. Tutte le cerimonie della Chiesa lo ripetono, tutti i sermoni sono esortazioni a approfittarne. I sacramenti non sono che la comunicazione della sua onnipotente virtù. Tutti gli atti soprannaturali sono dovuti alla sua azione. Non c’è nulla di santo sulla terra che possa essere separato da esso; tutto ciò che ci santifica dipende da esso: è necessariamente o un germoglio, o una foglia, o un fiore o un frutto del Preziosissimo Sangue.
È alla sua fonte che Dio chiama i peccatori, in modo che possano sentire il sollievo dalle loro fatiche; è solo lì che ricevono la remissione dei loro peccati, è solo lì che trovano il titolo di figli che avevano perso; è a queste onde vivificanti che anche i santi vengono chiamati; è nel Preziosissimo Sangue che gli uomini ricevono la forza del martirio, la felicità della vocazione, le grazie del celibato, l’austerità, l’eroica carità e i magnifici favori che li portano alla santità più elevata.
È da questa fonte che la preghiera trae il suo nutrimento segreto; è lì che l’occhio è purificato per essere ammesso alla sublime contemplazione; è lì che queste fiamme interne si accendono di una carità che si diletta solo nei sacrifici; è lì che l’uomo trova la forza per trionfare in modo sicuro e felice sulle difficoltà apparentemente insormontabili della perseveranza (…)
Quando l’uomo è “rinnovato” in Gesù Cristo, questo rinnovamento si manifesta sia nell’amore della sofferenza e nelle delizie che trova nelle persecuzioni, sia nella la grazia della preghiera e il disgusto per il mondo, sia nella straordinaria umiltà e il desiderio di vita nascosta, sia nello zelo per la salvezza delle anime, l’energia negli sforzi santi e la fermezza della perseveranza, è da questo sangue che procede tutta la vita rinnovata.
I santi, i peccatori, i cristiani ordinari, tutti, ciascuno a modo suo, hanno continuamente bisogno di ricorrere al Preziosissimo Sangue; e proprio come la manna nella bocca degli israeliti aveva il sapore che piaceva a ognuno, così è pure per la dolcezza, la varietà e la convenienza delle grazie del Preziosissimo Sangue.


(Fonti: F-W. Faber, Le Précieux Sang ou le prix de notre salut – FSSPX.Actualités – 06/07/2020)

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.