Foto di analogicus da Pixabay

Il parroco in veste di sindaco mette la fascia tricolore per “sposare” due donne, ovviamente in municipio.

I fatti, apprende l’Adnkronos, si sono svolti nei giorni scorsi, l’11 luglio, a Sant’Oreste, comune della provincia di Roma con poco più di 3.600 anime. Pochi giorni prima della celebrazione, il parroco di San Lorenzo Martire, (contattato dall’Adnkronos non ha risposto), è andato dalla prima cittadina per chiedere di potere unire in matrimonio in Comune le due donne.

Il colmo è che il ruolo più prudente pare averlo svolto il sindaco stesso. Ne dà conferma anche Il Messaggero:

“La cerimonia è avvenuta in Comune”, conferma il sindaco Pini tenendo anche a precisare che “avendo una certa confidenza col parroco ho detto pure di valutare l’opportunità di questa cerimonia. Ecco come sono andate le cose”.


Per cogliere le tappe del tracollo dell’istituzione famigliare consigliamo tra l’altro: