Alla maggioranza relativa degli italiani il taglio dei parlamentari interessa poco: a dirlo è l’affluenza. Quasi metà degli italiani è rimasta a casa.

Scelta caldeggiata anche in due interventi apparsi sulle colonne di Radio Spada:

Dai primissimi dati emerge un astensione che ammonta a circa il 46%. Il quasi 54% di votanti si dividerebbe in un 37,8% di sì (un po’ meno del 70%) e in un 16,2% di no (poco oltre il 30%). Ribadiamo che si tratta solo di numeri basati su rilevazioni minime (ore 16).

In assenza di quorum vince il sì.


Immagine in evidenza a solo scopo satirico: Totò, Totò Diabolicus, 1962.