>>> Già ordinabile, per vedere l’indice: Storia universale della ChiesaLa Chiesa nascente. Persecuzione e trionfo <<<

L’opera del Card. G. Hergenröther (1824-1890) Storia universale della Chiesa è un monumento di raro valore, giunto in Italia col contributo determinante di Mons. G. B. Kirsch (Professore all’Università di Friburgo) e del traduttore, Padre E. Rosa SJ. Le Edizioni Radio Spada iniziano con questo volume La Chiesa nascente. Persecuzione e trionfo (e con, in appendice, l’Introduzione alla storia ecclesiatica) la sua nuova pubblicazione, in edizione rinnovata.

Lo stesso San Pio X, omaggiato di una copia, volle onorarla con un Breve Pontificio (1904) per ringraziare del dono ricevuto e per mostrare quanto apprezzasse il lavoro del celebre cardinale, di Mons. Kirsch e di Padre Rosa.

Si tratta di un libro da leggere e, ancor più, da consultare per il suo carattere approfondito e per il suo ampio respiro formativo, oltre che per la sua impressionante attualità.

Nell’Introduzione si dichiara che dallo storico si vuole l’esposizione, oggettivamente fedele e in tutto spassionata, dei fatti da lui sinceramente esaminati. E così effettivamente è stata la ricerca dell’Autore, che lumeggia senza timori, ma con gran rigore, i primi secoli di vita cristiana. E, gran bontà dei cavalieri antiqui, in un’epoca in cui ancora lo strampalato archeologismo non minacciava la serenità della Chiesa, il Nostro si poteva trattenere a discorrere di temi oggi presi in ostaggio dalle bande neomoderniste. Non è un caso che, sempre nell’Introduzione, si aggiunga:

La Chiesa, simile a granello di senapa, cresce in albero gigantesco; e quasi celeste fermento mette in lievito tutta la massa (Matth. XIII, 18 segg., 31 segg.). Ella, ancorché nata da tenui principi, è ora la più sublime e la più splendida istituzione che al mondo si dia; ella segue ogni dì più a svolgersi e dilatarsi tra le incessanti lotte esterne, e infine da militante si trasformerà in trionfante.

Non stupisce che l’Hergenröther, uomo di studi finissimi, sia stato chiamato a Roma nel novembre del 1867 da Pio IX per partecipare ai lavori preparatori del Concilio Vaticano I: nel febbraio del 1868 fu aggiunto come Consultore alla Commissione de disciplina ecclesiastica. Autore di innumerevoli opere, nel 1879 ricevette la berretta cardinalizia da Leone XIII e la nomina a Prefetto dell’Archivio Segreto Vaticano. Ancora negli ultimi anni della sua vita, si occupò del pontificato di Leone X e, non senza difficoltà, curò l’edizione dei Regesta Leonis X. Pont. Maximi (Friburgo in Brisgovia, 1884).

Consegniamo questo lavoro ad appassionati e studiosi, così come a semplici lettori desiderosi di formazione, augurando a tutti di trarne profitto.

>>> Già ordinabile, per vedere l’indice: Storia universale della ChiesaLa Chiesa nascente. Persecuzione e trionfo <<<