Gerard Seghers (attr.), San Girolamo, 1600-1650, Kingston Lacy Estate, Dorset
[da wikimedia.org]


San Girolamo passava all’eterna gloria il 30 settembre del 420. Ricorrendo i 1600 anni dal piissimo transito del Dottore Massimo delle Sacre Scritture, Radio Spada gli dedica questo florilegio di immagini.

Saint Jerome as Scholar MET DT3103.jpg

El Greco, San Girolamo, 1609, Metropolitan Museum of Art, New York
[da wikipedia.org)]


Galleria Borghese 08.jpg

Caravaggio, San Girolamo nello studio, 1695-1606- Galleria Borghese, Roma.
[da wikipedia.org]



Nachfolger des Lucas Cranach d.Ä. - Kardinal Albrecht von Brandenburg als Kirchenvater Hieronymus.jpg

Lucas Cranach il Vecchio, Il Cardinale Alberto di Brandeburgo come san Girolamo, 1521
[foto da wikimedia.org]


Agostino carracci ultima comunione san girolamo pinacoteca nazionale bologna.png

Agostino Carracci, Ultima comunione di san Girolamo, Pinacoteca Nazionale, Bologna
[foto da wikipedia.org]


Valdes leal-san jeronimo azotado-mbasevilla.JPG

Juan de Valdés Leal, Flagellazione di san Girolamo, 1657, Museo de Bellas Artes de Sevilla
[da wikimedia.org]

“Nel momento in cui diversi anni fa mi ero privato della patria, dei genitori, della sorella, dei parenti e, cosa più ardua, dell’abitudine a un vitto abbondante in nome del regno dei cieli e mi dirigevo a Gerusalemme per servire, non fui in grado di staccarmi dalla biblioteca che mi ero allestito a Roma con tanta passione e fatica. Perciò, miserabile, digiunavo per leggere Cicerone. Dopo le continue veglie notturne, dopo le lacrime che il ricordo dei peccati compiuti mi cavava dal profondo del petto, ecco che prendevo in mano Plauto. Se talvolta, tornato in me, iniziavo a leggere qualche profeta, lo stile rozzo mi faceva rizzare i capelli e, poiché coi miei occhi ciechi non vedevo la luce, incolpavo non gli occhi ma il sole. Mentre l’antico serpente così mi scherniva, circa a metà della Quaresima una febbre, penetrata nel midollo, mi invase tutto il corpo riarso e divorò senza posa – cosa incredibile anche a dirsi – le mie membra infelici a tal punto che a malapena restavo attaccato alle mie stesse ossa. Intanto si preparavano i funerali e il calore vitale dell’anima nel corpo ormai completamente freddo palpitava soltanto nel petto emaciato e tiepido, quando all’improvviso rapito in spirito vengo trascinato davanti al tribunale del Giudice, là dove v’era tanta luce e tanto splendore dovuto alla luminosità degli astanti che io, bocconi a terra, non osavo guardare in alto. Interrogato sulla mia condizione, risposi di essere cristiano. E colui che presiedeva: “Menti!” disse, “Sei ciceroniano, non cristiano! Dove sta il tuo tesoro, là è anche il tuo cuore.” Subito ammutolii e tra i colpi – infatti aveva ordinato di battermi – ero tormentato più dal fuoco della coscienza, ripetendo tra me quel versetto: Ma nell’Inferno, chi proclamerà il Tuo nome? Iniziai tuttavia a gridare e tra i lamenti dicevo: Pietà di me, Signore, pietà di me! E questa voce risuonava tra le percosse. Infine gli astanti, gettatisi alle ginocchia del giudice, iniziarono a pregarlo di concedere misericordia alla giovinezza, di offrire al mio peccato lo spazio della penitenza per riscuotere in seguito il tormento, se avessi letto altre volte i libri della letteratura pagana. Io, che pur legato a una tale clausola avrei voluto promettere ancora di più, iniziai a pronunciare giuramenti e chiamando a testimone il suo nome a ripetere: “Signore, se mai possiederò codici profani, se li leggerò, ti ho rinnegato”. Sulle parole di questo giuramento sacro me ne torno libero sotto il cielo e tra la meraviglia di tutti apro gli occhi ricolmi di una tal pioggia di lacrime che avrebbero convinto anche gli increduli col loro dolore. Né invero quello fu un torpore o un sogno ingannevole, come quelli da cui spesso siamo ingannati. Testimone è il tribunale davanti al quale giacqui, testimone è il giudizio che temetti – che mai mi avvenga di subire di nuovo un tale interrogatorio! – che io avevo le spalle piene di lividi, che sentivo i colpi dopo il risveglio e che da allora lessi la parola divina con tanta passione quanta mai aveva accompagnato la lettura di quella mortale”. [Epistulae, XXII. Ad Eustochium, 30 ]


Piero, san girolamo penitente, 1450 gemaeldegalerie zu berlin.jpg

Piero della Francesca, San Girolamo penitente, 1450, Gemäldegalerie, Berlino
[da wikipedia.org]


Louis Cretey, La Visione di san Girolamo, XVII secolo, collezione privata
[da wikipedia.org]


Titian - St Jerome - WGA22839.jpg

Tiziano, San Girolamo penitente, 1575, Monastero dell’Escorial
[da wikimedia.org]


Tintoretto, S. Girolamo nel deserto, 1571-72, Kunsthistorisches Museum, Vienna
[da scuolaecclesiamater.org]


Francisco de Zurbarán 042.jpg

Francisco de Zurbarán, San Girolamo, 1626-1627, Convento di San Paolo, Siviglia
[da wikimedia.org]


Peter Paul Rubens-Der Heilige Hieronymus.jpg

Peter Paul Rubens, San Girolamo, 1608-1609, Sanssouci Picture Gallery, Potsdam
[da wikimedia.org]


Ghirlandaio, San Girolamo nello studio, 1480, 01.JPG

Ghirlandaio, San Girolamo nello studio, 1480, chiesa di Ognissanti, Firenze
[da wikimedia.org]


Botticelli, comunione con san girolamo, 1490-95 ca. 01.JPG

Botticelli, Comunione con san Girolamo, 1490-95 ca., Metropolitan Museum of Art, New York
[da wikimedia.org]