Così i tempi e gli avvenimenti si schierano intorno a Cristo come a punto centrale di tutta la storia veramente umana. Prima della sua venuta, il mondo aspettava la parola di vita che doveva portare la benedizione a tutte le genti; e dopo la sua venuta, al soffio potente di quella parola, il mondo si sentì risorgere ad una nuova vita e ad una nuova civiltà, quale mai non videro né Roma né Atene. D’allora in poi Cristianesimo e civiltà saranno la stessa cosa, ed il mondo civile segnerà perciò la sua data cronologica colla venuta stessa di Cristo.

(Mons. G. Ballerini)


Una buona notizia: dopo il (rapido) esaurimento della prima stampa, torna disponibile il capolavoro di Mons. G. Ballerini Breve Apologia del Cristianesimo

Il libro consiste nella nuova (e in parte riadattata) edizione della Breve Apologia pei giovani studenti contro gli increduli dei nostri giorni. Parte Terza: Il Cristianesimo, pubblicata negli anni ‘10 del Novecento per difendere le ragioni della Fede contro razionalisti e modernisti.

Si tratta di un piccolo capolavoro che mostra in maniera straordinaria la coerenza della Bibbia attraverso l’avveramento delle profezie, la validità storica del testo, l’unità del pensiero cristiano, la poderosa e naturalmente inspiegabile espansione della Santa Religione. Si presenta, insomma, la puntuale verifica di quel gran miracolo intellettuale che fu il compimento dell’Antico Testamento nel Nuovo e di quella serie di precisi miracoli storici che condussero al trionfo della Fede di Cristo, tra secoli di aspre persecuzioni.

Perché diffondere questo volume? Come per altri titoli delle nostre Edizioni, la risposta è semplice: per la sua eterna validità. Risulta curioso notare come molte delle ridicole e zoppicanti obiezioni che si muovono al Cristianesimo ancora oggi, non siano che un mediocre rimpasto di quanto già dettagliatamente smentito in questo libro, che da poco ha compiuto cent’anni. Il Magistero della Chiesa ha precisato e illustrato con nuovi interventi alcuni passaggi, l’avanzamento della scienza ha sollecitato nuovi dibattiti ma la sostanza di queste pagine resta non solo valida ma tremendamente attuale.

Ancor più lo è in un’epoca in cui la Chiesa vede compiere – senza che si potesse immaginare a inizio Novecento – un’ulteriore profezia: quella relativa al tempo dell’apostasia (cfr. Catechismo Tridentino, p. I, a. 7, c. 92).

Mons. Giuseppe Ballerini (1857-1933), l’ottimo autore del volume, fu cattolico intransigente e uomo di studi finissimi. Nella sua eccellente carriera ecclesiastica ricevette la nomina a Vescovo di Pavia, diocesi che reggerà dal 1924 alla morte. Il suo funerale solenne, cui partecipò una folla immensa, fu celebrato dal Patriarca Latino di Costantinopoli. 

>>> Breve Apologia del Cristianesimo <<<