dav

Per Santa Ildegarda “l’avena è calda, ha un sapore forte e intenso e un aroma penetrante. Per i sani è un alimento benefico e li rallegra, rende leggero il loro spirito e dona loro una comprensione chiara e pura, conferisce un bel colorito al viso e purifica la loro carne”.

La ricetta della minestra di avena di Santa Ildegarda è tratta dal libro “Hildegard von Bingen. Ricette per il Corpo e per l’Anima” di Eve Landis. Il titolo completo della ricetta è “Minestra di avena (non come ai tempi della nonna)” ma non ne ho capito il significato, anche perché nel testo non viene spiegato… Si accettano suggerimenti.

DOSI: 2 persone

DIFFICOLTA’: Bassa

PREPARAZIONE: 15 minuti

COTTURA: 20 minuti

COSTO: Medio

INGREDIENTI:

  • ½ cipolla
  • 1 cucchiaio di olio EVO
  • 50 g di fiocchi d’avena integrale
  • 800 ml di brodo vegetale
  • 80 g di pane (io ho usato quello in cassetta)
  • 1 cucchiaio di burro
  • 40 g di Emmenthal grattugiato
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Noce moscata q.b.

PREPARAZIONE:

Per preparare la minestra di avena di Santa Ildegarda, per prima cosa mondate e tritate finemente la cipolla, dopodiché fatela appassire per un paio di minuti in una pentola con l’olio caldo.

Poi unite i fiocchi d’avena e fateli rosolare brevemente, per circa un minuto. Quindi, unite il brodo.

Ora condite con pepe e abbondante noce moscata, regolate di sale e lasciate cuocere per 15 minuti a fuoco dolce.

Intanto, tagliate il pane a pezzetti quadrati di circa 1 cm di grandezza e fateli friggere in una padella con il burro sciolto, fino a quando diventeranno croccanti. Ci vorranno circa 5 minuti.

Poi cospargete l’Emmenthal grattugiato sul pane e continuate a mescolare per far sciogliere il formaggio.

Infine, versate la minestra in piatti o scodelle, aggiungete un po’ di pane e formaggio in ognuna e spolverizzate con il prezzemolo tritato.

NOTE:

La ricetta originale prevedeva l’olio di semi di girasole ma io l’ho sostituito con quello di oliva.

Alla prossima ricetta,