Cooperazione al male? Da parte degli autori di questa iniziativa di sicuro.

Non solo le tasse dei cittadini vengono utilizzate per aborti pagati dal sistema sanitario, ma ora riemerge un vecchio vizio di certi colossi: offrire denaro a organizzazioni che hanno scopi moralmente illeciti.

Dunque: il denaro che avete versato per acquistare uno dei mille prodotti della Bayer può essere finito, in piccola parte, nelle casse di Planned Parenthood.

A dare l’allarme è LifeNews: secondo l’Arkansas Family Council, il gigante farmaceutico Bayer avrebbe recentemente fornito una sovvenzione da decina di migliaia di dollari ad un centro Planned Parenthood, che ne ha dato formale annuncio sul suo sito.

La donazione sarebbe nel quadro dell’iniziativa “pro-contraccezione“ We’re for Her.

I farmaci Bayer sono acquistati da distributori, maneggiati da farmacisti, somministrati da medici e personale sanitario, oltre che ricevuti da pazienti in tutto il mondo.

Per lamentarsi della sovvenzione Bayer a Planned Parenthood, contattare Bayer qui.

PS: Esistono farmaci equivalenti non necessariamente prodotti da questa azienda.