di Alessandro Di Bussolo

Sono stati liberati intorno alle 22 di sabato, in Nigeria, il vescovo ausiliare della diocesi cattolica di Owerri, monsignor Moses Chikwe, e il suo autista.
Sono stati rilasciati dai rapitori dell’organizzazione terroristica salafita Boko Haram che li avevano aggrediti e prelevati la notte del 27 dicembre vicino all’abitazione del presule, mentre tornavano da una celebrazione in una parrocchia.

Obinna: “Monsignor Chikwe è illeso, ma indebolito dal sequestro”

Lo conferma l’arcivescovo di Owerri, monsignor Antony J. Obinna, ringraziando Dio per la liberazione dei due rapiti, che sono illesi.
«Ho visitato il vescovo Chikwe, nella sua residenza verso le 22.45 – racconta monsignor Obinna – appariva e si sentiva debole per la traumatica esperienza» aggiungendo che l’autista è stato trasportato in ospedale per una profonda ferita di arma da taglio inferta dai rapitori.
Il portavoce del comando della Polizia dello Stato di Imo ha detto che il vescovo e il suo autista sono stati rilasciati senza il pagamento di alcun riscatto, grazie a un’operazione di polizia.

Fonte: Vatican News