Il marito, durante le feste natalizie, ha fatto il panettone e, dato che gli è avanzato un bel po’ di Pasqualino (il nostro lievito madre) e che in dispensa avevamo della farina di mais, ha deciso di panificare. Il risultato è stato un pane fragrante e buonissimo, soprattutto se assaporato ancora caldo.

Il marito ha realizzato dei panini di diverse forme ma potete anche fare un’unica pagnotta. In quest’ultimo caso, il tempo di cottura sarà un po’ più lungo.

La ricetta è tratta dal libro “Pasta madre (ignoto il padre…)” di Barbara Rangoni.

DIFFICOLTA’: Media

PREPARAZIONE: 45 minuti

RIPOSO: 6 h circa

COTTURA: 35-40 minuti

COSTO: Basso

INGREDIENTI:

  • 120 g di lievito madre
  • 400 g di farina 0
  • 100 g di farina di mais tipo fioretto
  • 300 g di acqua
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di miele (o di malto)
  • 75 g di semi di girasole e/o di zucca

PREPARAZIONE:

Per preparare il pane al mais con lievito madre, per prima cosa in una ciotola (potete anche usare la planetaria) sciogliete la pasta madre in 250 g di acqua tiepida con il cucchiaino di miele (o di malto). Poi aggiungete le due farine precedentemente miscelate e mescolate brevemente.

Quindi, aggiungete il sale e cominciate a lavorare l’impasto, aggiungendo un po’ alla volta l’acqua rimanente, fino ad ottenere una consistenza morbida e non troppo appiccicosa.

Poi trasferite il composto su una spianatoia infarinata ed impastate per 10 minuti.

A questo punto, mettete di nuovo l’impasto nella ciotola e fate lievitare in un luogo tiepido (noi l’abbiamo messo nel forno spento con la luce accesa) coperto con pellicola trasparente per circa 1 ora e mezza.

Passato questo tempo, sgonfiate l’impasto facendo le pieghe di rinforzo e coprite nuovamente.

Attendete un’altra ora, dopodiché appiattite l’impasto in un quadrato o in un rettangolo e distribuitevi i semi. Fate una o due serie di pieghe, in modo che i semi si distribuiscano uniformemente.

Ora date la forma desiderata all’impasto e mettetelo di nuovo in una ciotola coperta da un canovaccio spolverizzato con la farina di mais. Spolverizzatelo anche sopra e chiudete il canovaccio, dopodiché coprite con pellicola trasparente.

Quindi, fate lievitare di nuovo in un luogo caldo per 3-4 ore.

Infine, mettete il pane su una teglia rivestita di carta da forno e fate cuocere in forno preriscaldato (noi abbiamo usato la funzione statica) a 220° per 10 minuti, mettendo una ciotolina con dell’acqua sul fondo del forno. Poi abbassate la temperatura a 190° e continuate la cottura per altri 25-30 minuti.

Alla prossima ricetta,