Ben chiarendo la condanna dell’angelo ribelle non è oggetto di revoca, volentieri offriamo ai lettori questo estratto del LIBRO D’ORO DI MARIA SANTISSIMA (Sezione II: Sant’Alfonso M. de’ Liguori, Glorie di Maria):


Rivelò la stessa B. Vergine a S. Brigida (Rev., l. 1, c. 6) non trovarsi al mondo peccatore così nemico di Dio, che se a lei ricorra ed invochi il suo aiuto, non ritorni a Dio e ricuperi la sua grazia: Nullus ita abiectus a Deo qui si me invocaverit, non revertatur ad Deum. E la medesima S. Brigida intese un giorno Gesù Cristo che diceva alla sua Madre ch’ella sarebbe pronta ad ottenere anche a Lucifero la divina grazia, se quegli si umiliasse a cercarle aiuto: Etiam diabolo misericordiam exhiberes, si humiliter peteret. Quello spirito superbo non sarà mai che si umilii ad implorare la protezione di Maria; ma se mai si desse tal caso che si abbassasse a domandarcela, Maria avrebbe la pietà e la forza con le sue preghiere di ottenergli da Dio il perdono e la salute. Ma quello che non può avverarsi col demonio, ben si avvera coi peccatori, che ricorrono a questa Madre di pietà.

L’arca di Noè fu ben ella figura di Maria, perché siccome in quella trovarono ricovero tutti i bruti della terra, così sotto il manto di Maria trovan rifugio tutti i peccatori, che per i loro vizi e peccati sensuali son già simili ai bruti; con tale differenza però, dice un autore, quod arca animalia suscepit, animalia servavit (Paciucch., de B.V.): nell’arca entrarono i bruti e bruti restarono: il lupo restò lupo, la tigre restò tigre. Ma sotto il manto di Maria il lupo diventa agnello, la tigre diventa colomba. Un giorno S. Geltrude vide Maria col manto aperto, e sotto di quello molte fiere di diverse specie, pardi, leoni, orsi; e vide che la Vergine non solamente non li discacciava, ma di più con la sua benigna mano dolcemente gli accoglieva e gli accarezzava. Intese la santa che queste fiere sono i miseri peccatori, che allorché ricorrono a Maria, ella li accoglie con dolcezza ed amore (Ap. Blos., Mon. Spir., c. 1).

>>> Il Libro d’Oro di Maria Santissima <<<


Foto di ROBERTO ZUNIGA da Pexels