Gli gnocchi di zucca sono un piatto che veniva preparato a Mestre per la festa di San Michele. Infatti, nonostante il patrono di Mestre sia San Lorenzo, la festa più importante di questa città è dedicata a San Michele. Probabilmente, questa festa fu imposta dai veneziani dopo la loro conquista di Mestre, avvenuta proprio il 29 settembre, nel 1337. Per l’occasione si preparavano gli gnocchi di zucca, la cui stagione cominciava in quel periodo.

Agli gnocchi e a San Michele arcangelo è collegato anche un aneddoto: sembra che a Mestre e nella vicina Mirano si tenessero contemporaneamente, a cavallo del 29 settembre, due fiere, e questo era dannoso per gli affari di entrambe. Così, rappresentanti delle due città si incontrarono per trovare una soluzione e alla fine i mestrini riuscirono a convincere i vicini a cedere, facendo loro spostare la fiera nei giorni intorno alla festa di San Matteo (che ricorre il 21 settembre): se Esaù vendette la primogenitura per un piatto di lenticchie, i miranesi si lasciarono convincere da un piatto di gnocchi offerto loro in un’osteria, tanto che l’accordo viene ricordato come “patto degli gnocchi”.

La ricetta degli gnocchi di zucca è tratta dal libro “Santa Pietanza” di Lydia Capasso e Giovanna Esposito.

DOSI: 4 persone

DIFFICOLTA’: Bassa

PREPARAZIONE: 30 minuti

RIPOSO: 12 ore

COTTURA: 40 minuti

COSTO: Basso

INGREDIENTI:

  • 1 kg di polpa di zucca
  • 300 g di farina 00 (dose indicativa)
  • 1 uovo
  • Sale q.b.

PREPARAZIONE:

Per preparare gli gnocchi di zucca, per prima cosa tagliate la zucca a cubetti, dopodiché sistematela su una teglia rivestita di carta da forno ed infornatela a 180° (io ho usato la funzione ventilata), facendola cuocere fino a quando risulterà morbida. Ci vorrà circa mezz’ora.

Poi trasferitela in uno scolapasta, adagiato su un piatto fondo, e tenetela in frigorifero per una notte con un peso sopra, in modo da eliminare l’acqua in eccesso.

Il giorno dopo mettetela in un mixer, oppure in un passaverdure, e riducetela in purea. Quindi, trasferitela in una pentola sul fuoco per qualche minuto e fatela asciugare completamente.

A questo punto, lasciatela raffreddare e rovesciatela sul piano di lavoro leggermente infarinato. Ora aggiungete l’uovo, il sale e la farina, la quantità necessaria che verrà assorbita per diventare un composto consistente e lavorabile ma non duro.

Poi formate dei salsicciotti spessi un paio di centimetri, tagliateli a pezzetti con un coltello e rigateli con i rebbi di una forchetta, oppure sull’apposita tavoletta.

Quindi, sistemate gli gnocchi su vassoi cosparsi di farina e fateli cuocere in abbondante acqua salata, scolandoli quando vengono a galla.

Io li ho mangiati con del sugo di pomodoro ma potete anche condirli con burro e salvia.

Alla prossima ricetta,