di Massimo Micaletti

La Toyota 4 Runner rappresenta la prima generazione di veicoli che, a metà anni Ottanta, muovevano dal fuoristrada per avvicinarsi a quelle che sono le moderne SUV.

Punto di partenza non erano però le off road più grosse, bensì pick-up di pari generazione: dunque la 4Runner non deriva dalla Land Cruiser. Come la rivale Pajero sport / Challenger derivava dal pick-up L200 dell’epoca, così la 4Runner derivava dall’ilux, tanto che su alcuni mercati si chiamava Hilux sport e ciò ancor più evidente nella prima generazione, antecedente a quella nell’immagine.

Linea senza tempo e meccanica validissima fanno ancor oggi della 4Runner un veicolo ricercato e in grado di dire la sua, molto piacevole da guidare anche su strada, specie col V6 3000, e sicuro ed efficace sullo sterrato.

Una chicca: aveva il lunotto posteriore discendente a comando elettrico; questo non solo per caricare oggetti lunghi senza dover aprire il portellone, ma anche per ventilare meglio l’abitacolo.

Le generazioni successive alla seconda, non più vendute in Italia, hanno virato sul concetto SUV vero e proprio, ossia giardinetta rialzata e irrobustita, e hanno perso parecchio in fuoristrada: con questa, invece, si può far sul serio se si vuole e le quotazioni relativamente alte lo dimostrano.