La notizia, se confermata, è tecnicamente una bomba: due alti esponenti vaticani avrebbero trattato presso la Procura della Repubblica di Roma una sorta di scambio di corpi, quello del boss Renatino De Pedis inumato nella Basilica di Sant’Apollinare (da rimuovere) con quello di Emanuela Orlandi, o meglio, in maniera più formale: con informazioni e ausilio da impiegare in direzione del ritrovamento di quello di Emanuela.

A rilasciare dichiarazioni in questo senso non un passante ma il magistrato che “trattò” nel 2011-12 con i due emissari, ovvero Giancarlo Capaldo, in prima serata su La7 ad Atlantide. Prudentissimo ma incalzato da Andrea Purgatori, tra qualche esitazione, ha di fatto confermato che i suoi interlocutori avevano qualcosa da dare. Dopo alcune settimane i due “mister x” sarebbero tornati per riferire che in alto loco c’era stata l’approvazione dell’accordo.

Pietro Orlandi, collegato, con concitazione afferma che già aveva parlato con Capaldo e conclude che a suo avviso il “va bene” era arrivato da Ratzinger. L’avv. Sgrò, pure collegata, rimprovera al magistrato il lungo e dannoso silenzio. Capaldo replica dicendo che è disponibile a farsi interrogare dalle autorità e – solo in quella sede – a rivelare se fosse stato solo con i suoi interlocutori, chi questi fossero e se il tutto fosse stato oggetto di audioregistrazione.

Purgatori chiede se le dimissioni di Ratzinger possano avere una qualche connessione con la vicenda Orlandi. Capaldo resta sul vago, dice di non essere vaticanista, ma che è possibile ipotizzare un legame tra le dimissioni dell’Emerito e tutto un movimento, un riassetto, di cui forse faceva parte anche il caso di Emanuela.

Le rivelazioni sono gravi. E restano aperte una serie di domande:

  1. Chi sono i due alti esponenti vaticani?
  2. Chi ha dato l’ok all’operazione è, come ipotizzato in diretta da Pietro Orlandi, lo stesso Ratzinger? O qualcuno ha giocato col suo nome?
  3. Che peso ha effettivamente avuto il caso Orlandi in quell’insieme di fattori che avrebbe portato alle dimissioni dell’Emerito?
  4. Perché Capaldo parla solo ora?
  5. Qualcuno nella Procura di Roma – oltre a Capaldo – sa qualcosa?
  6. Dov’è il corpo di Emanuela?


Seguite Radio Spada su: