Dopo:

  1. La chiesa nascente. Persecuzione e trionfo
  2. La vittoria sul paganesimo, la lotta alle eresie, l’ordine monastico
  3. Il pensiero di S. Agostino, la forza del Primato Romano, la nascita dell’Islam, 
  4. La Chiesa educatrice nella società medievale e l’Impero carolingio
  5. L’apice della potenza ecclesiastica-politica dei Papi, le Crociate, la Scolastica,
  6. Federico II, gli arabi e l’Oriente, l’Inquisizione medievale,
  7. Il processo ai templari, lo Scisma d’Occidente, le eresie di Wyclif e Hus,
  8.  I Papi rinascimentali, l’unione con i greci, la scoperta dell’America
  9. La peste protestante, il Concilio di Trento, la nascita dei Gesuiti
  10.  Le guerre di religione, le controversie dottrinali, le grandi missioni
  11. La fondazione della massoneria, il febronianesimo, la soppressione dei Gesuiti

Con grande piacere presentiamo ai lettori il volume XII della Storia universale della Chiesa scritta dal Card. Hergenröther! Questo dodicesimo libro ha come titolo La rivoluzione francese, la restaurazione, la frammentazione protestante. Di seguito la nostra presentazione, cliccare sul link per vedere l’indice completo e le altre informazioni.


Nota delle Edizioni Radio Spada

Nel presente volume – XII, secondo questa nuova edizione della Storia universale della Chiesa – il Card. Hergenröther ci porta nel cuore della rivoluzione francese, dei suoi delitti intellettuali e materiali, in quell’inferno in terra che fu il Terrore, insomma nell’incubo che segnò in modo permanente la Civiltà Cristiana. 

Se la sovversione protestante aveva inaugurato l’impetuosa fase dell’apostasia su grande scala, il «1789» fu un nuovo salto in avanti, un salto nel baratro dell’odio anticristiano. Tante le lezioni per l’uomo contemporaneo che si trovano in queste pagine: la rivoluzione smascherata come fenomeno mutevole nel tempo e caratterizzato da mille espressioni più o meno violente, più o meno «rassicuranti» (il Termidoro e l’Impero napoleonico, per quanto apparentemente tranquilli, rimasero parte del medesimo processo), le sue nefaste conseguenze anche nel campo spirituale (si pensi a certo razionalismo da un lato e allo pseudo-misticismo dall’altro), la sua continuità, le false opposizioni che le sono connaturali.

Il mostro della sovversione è studiato dall’Hergenröther da tutti i lati: filosofico, sociale ma soprattutto religioso, con un occhio particolare alla catastrofe del protestantesimo, sempre più frammentato, sempre più patetico nel suo diventare un vecchio arnese, tendenzialmente a Dio spiacente e a’ nemici sui. L’Autore, oltre alle vicende specifiche dei vari Paesi cristiani, punta l’attenzione sulla Restaurazione post-rivoluzionaria e sul Congresso di Vienna, non mancando di evidenziare limiti ed errori. La mano della Provvidenza, pur tra i rovesci della storia, rimane tuttavia visibile e accompagna lo svolgersi dei tanti fatti che si susseguono e che – ampiamente descritti nel testo – per brevità non possiamo riportare in questa nota. Convinti dunque che questo volume dia un importante contributo alla formazione dei cattolici di oggi, lo affidiamo al pubblico formulando i nostri auguri di buona lettura.

>>> La rivoluzione francese, la restaurazione, la frammentazione protestante <<<