A Nostra Signora della Buona Morte

A Nostra Signora della Buona Morte

“Tutta la nostra vita dev’essere una preparazione a fare una buona morte” diceva san Giovanni Bosco. Infatti perché Dio ci ha creati? “Per conoscerlo, amarlo e servirlo in questa vita, e per goderlo poi nell’altra in Paradiso” risponde il Catechismo di San Pio X riprendendo l’insegnamento di Sant’Ignazio. Perché la nostra vita sia una vita […]

[VIDEO] La morte, il Limbo, l’eugenetica: le tre conferenze della II Giorn. Naz. Compagnia Buona Morte

[VIDEO] La morte, il Limbo, l’eugenetica: le tre conferenze della II Giorn. Naz. Compagnia Buona Morte

Il 16 dicembre si è tenuta, presso la “Casa Sacro Cuore” di Formigine (MO), la seconda giornata nazionale della Compagnia della Buona Morte. Era presente anche RS e con piacere condividiamo con i nostri lettori i video dei tre interventi, rispettivamente di Pierluigi Pavone, Isacco Tacconi e Cristiano Lugli. Prof. Pierluigi Pavone – La Morte come “liberazione” […]

Il senso della morte

Il senso della morte

  di Lorenzo Roselli   Pensavo ad oggi, alla Solennità dei Defunti, ricorrenza liturgica della Chiesa cattolica dimenticata e ignorata (vi basti pensare che in Università Cattolica oggi si sono tenute normalmente lezioni), come capita ormai a svariati aspetti della tradizione liturgica di questi tempi. E proprio oggi mi è capitata sotto gli occhi una storia raccapricciante: […]

Eutanasia dei diritti umani… o diritto umano all’eutanasia?

Eutanasia dei diritti umani… o diritto umano all’eutanasia?

  di Massimo Micaletti Il recente caso dello stupratore belga che ha chiesto ed ottenuto di poter essere ucciso in luogo dell’espiazione della pena[1] ha suscitato parecchi commenti, soprattutto nel mondo di coloro che si interessano di Vita e Diritto. Sui profili strettamente giuspenalistici di questa ennesima assurdità dei nostri tempi, posso rimandare serenamente a […]

Suicidio di Stato, o le aporie della libertà

Suicidio di Stato, o le aporie della libertà

  di Ilaria Pisa   Questi in breve i fatti (un resoconto più esteso si trova qui): uno stupratore e assassino seriale condannato trent’anni fa, consapevole che la sua perversione gli preclude ogni prospettiva di reinserimento sociale con una futuribile scarcerazione, chiede e ottiene di ricevere in un ospedale l’eutanasia per liberarsi, finalmente, di una sofferenza […]