Un esemplare caso di marranesimo in Calabria

Un esemplare caso di marranesimo in Calabria

“Marrani”, cioè ebrei ufficialmente convertiti al cattolicesimo ma probabilmente solo di facciata. Un caso raccontato dal rabbino Elio Toaff: novanta calabresi emigrati in Belgio tra gli anni ’60 e ’70 per fare i minatori, appena giunti lì si sono improvvisamente tutti convertiti all’ebraismo. Citazione: “Siamo ebrei”. “Scusate, siete venuti in Belgio, ma perché siete venuti […]

Ed. Radio Spada: esce ‘Salmi per la Chiesa militante’ di Mons. A. Pujia

Ed. Radio Spada: esce ‘Salmi per la Chiesa militante’ di Mons. A. Pujia

Salmi per la Chiesa militante. Preludi e Accordi.  Questo il titolo scelto dalle Edizioni Radio Spada per la ripubblicazione dell’opera di Mons. Antonio Pujia, antimodernista militante di inizio Novecento. Con prefazione di Lorenzo Roselli, radiospadista e parente del Monsignore. A giorni sarà disponibile la scheda sul sito delle edizioni. Per richiedere ora una copia scrivere a […]

Massoneria e ‘Ndrangheta: storia di una collusione certa e documentata

Massoneria e ‘Ndrangheta: storia di una collusione certa e documentata

-di Davide Consonni- 1) PREMESSA I motivi che ci portano a pubblicare tale scritto sono molteplici. Basti considerare che il web italiano [e a maggior ragione quello straniero] è privo di un resoconto più o meno dettagliato dei rapporti documentati intercorsi tra la setta massonica italiana e ‘ndrangheta calabrese, tale considerazione basterebbe di per sé […]

Vergogne italiane. Si fa inchinare il sacro al crimine?

Vergogne italiane. Si fa inchinare il sacro al crimine?

La statua della Madonna fa l’inchino al boss. Il maresciallo dei carabinieri lascia la processione Fonte: ilquotidianodellacalabria.it   Altro che scomunica agli ‘ndranghetisti. Ci sono, posti in Calabria, dove anche dopo le forti parole del Papa a Cassano, i boss ed i loro parenti vengono omaggiati durante le processioni religiose facendo sostare e inchinare l’effige religiosa […]

Bergoglio in Calabria per chiedere scusa e confermare nella fede

Bergoglio in Calabria per chiedere scusa e confermare nella fede

Bergoglio va in Calabria per chiedere scusa per aver spostato il loro ‘vescovo’ e per confermare nella fede i calabresi, fra terremoti, uragani, tempeste, mostri temporaleschi ed un ferito. L’anticipazione del viaggio a Cassano dello Ionio era stata data da Galantino nel mese di marzo: «Giovedì, assieme al cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza episcopale italiana, […]