CARDINAL PELL: CONDANNATO UN INNOCENTE?

La condanna in primo grado in Australia del cardinale George Pell desta molte perplessità. Si riferisce a un episodio del 1996 quando avrebbe molestato due coristi della cattedrale di Melbourne. Ma le circostanze mosse dall’accusa sono francamente improbabili. Sembra piuttosto un caso di persecuzione giudiziaria reso possibile dal clima fortemente anti-cattolico creato in Australia e alimentato dalle gravi vicende degli abusi sessuali commessi da preti.

CARDINAL PELL: CONDANNATO UN INNOCENTE?

Nota di RS: riportiamo quest’articolo per mera esigenze di controinformazione, completamente estranei, come siamo, alla dialettica “progressisti-conservatori-ultraconservatori” presente all’interno della rivoluzione conciliare. Digitus Dei non est hic. Ieri tutti i giornali davano notizia della condanna, avvenuta però a dicembre scorso, del cardinale australiano George Pell, accusato di aver commesso degli abusi sessuali – poi vedremo […]

Gli indemoniati anonimi

Gli indemoniati anonimi

  di Satiricus    Partiamo da una lieta notizia: c’è ancora spazio per la santità nella Chiesa. Si tratta in particolare della devozione a sant’Antonio e la forma è quella delle catene – sanctus Antonius in vinculiis – le catene di sant’Antonio, appunto. Funziona così. Prima il Papa fa delle domande al Sinodo – e […]

La solitudine di Francesco

La solitudine di Francesco

  Dall’Argentina agli Stati Uniti cala la popolarità di Jorge Mario Bergoglio tra scandali, errori, epurazioni e faide interne che spaccano la Curia Stecca argentina di Luigi Bisignani Caro direttore, dall’Argentina all’Australia, fino alle segrete stanze delle logge vaticane, soffia impetuoso il vento che rischia di far volare via lo zucchetto bianco di Papa Bergoglio. […]