Finalmente l’eutanasia a Radio Radicale?

Finalmente l’eutanasia a Radio Radicale?

E’ forse arrivato il momento in cui i liberisti col portafoglio altrui, i tutori della libertà (propria), i corifei di “più Europa, più morte, più aborti, più immigrati”, la mortifera minoranza che ha infettato cultura e politica degli ultimi decenni, si daranno all’ippica? Chissà. Frattanto sui social tutte le forze politiche si stracciano le vesti […]

L’intuizione controrivoluzionaria di Salvini

L’intuizione controrivoluzionaria di Salvini

di Martino Mora Sempre nella stessa piazza sotto la Madonnina, a distanza di poco più di un anno, Salvini riespone il rosario e si appella al sacro. Chiede la protezione, per se stesso o per l’Italia, al Cuore Immacolato di Maria. Lo fa davanti al Duomo di Milano, uno dei templi più splendidi della cristianità. […]

Ecco perché Salvini vincerà (e di tanto) le europee

Ecco perché Salvini vincerà (e di tanto) le europee

Guelfo Rosa in versione politica: RS: Passiamo un po’ alla politica? GR: Se proprio ci tenete… RS: Perché lei non ci tiene? GR: Non ho troppa fiducia nel genere umano e in un sistema dove conta il parere della massa – educata da decenni di parrocchie conciliari, berlusconismo televisivo e di scuola statale “genuinamente democratica” […]

Verona, città a favore della vita

Verona, città a favore della vita

  di Geranius Il fatto che a Verona il Consiglio comunale del 4 ottobre 2018 abbia votato la mozione 434, che impegna la Giunta a promuovere iniziative ed attività antiabortiste, è senz’altro un segnale positivo a livello italiano e vogliamo davvero sperare che sia, come temuto dal PD, un attacco ad una legge che grida […]

[IL PORCOSPINO] La democrazia dei morti

[IL PORCOSPINO] La democrazia dei morti

  Puntuto e insieme simpatico, il porcospino ficca il musetto nelle questioni scottanti e la sua livrea è refrattaria al politicamente corretto. [RS]   di Andrea Sandri   I costituzionalisti morti condannano quasi unanimemente Mattarella, i costituzionalisti vivi lo giustificano (uno si fa persino chiamare De Siervo, un altro più esotericamente Ceccanti), alcuni tacciono, pochissimi lo […]

Una nuova lotta per la libertà

Una nuova lotta per la libertà

di Massimo Viglione Il passaggio politico che l’Italia sta vivendo è tra i più importanti della sua storia e forse questo è un fatto non chiaro a tutti fino in fondo. Ciò anzitutto per una lampante ragione: è evidente come il sole che non abbiamo più piena sovranità statuale e quindi democratica. Ne dovremmo trarre […]

La vera rivoluzione dei 5 Stelle, in 10 righe

La vera rivoluzione dei 5 Stelle, in 10 righe

  di Miguel Oggi ho veramente poco tempo e vado per punti, abbiate pazienza. Teoria della rivoluzione: “RivoluzzionA!1”, “Honestà!1”, “Apriamoh il parlamentoh kome 1 skatola di sardineh!”, ” subito il kambiamento, del MoViMento!”, “Pulizia!”, “Fateci provareeee11!1-1=1”, “EtuttacolpadiAppersulscone”, “Politici ladri1!”, “Mafia Piddì11111111111111111111111”. Prassi della rivoluzione: Fanno i politici in Parlamento dal 2013, amministrano Roma, Torino e […]

Giggino, i due forni e la contingenza (non solo politica)

Giggino, i due forni e la contingenza (non solo politica)

di Miguel I cattolici cosiddetti tradizionalisti non amano le svolte del clero degli ultimi sessant’anni, e hanno ragione. Talvolta per esorcizzarle puntano molto – o tutto – sulla politica, e hanno torto. Dal primo deriva il secondo, dal superiore l’inferiore, dalla teologia e dalla filosofia la politica. Difficile pensare che dai politici venga qualcosa migliore […]

Fico della Mirandola

Fico della Mirandola

  di Marcello Veneziani     Magari sarà un buon presidente. Magari è un bravo ragazzo. Però uno come Roberto Fico presidente della Camera parte coi peggiori requisiti. Culturali, professionali, politici, ideologici. Uno che come titolo di studio è laureato in canzone neomelodica napoletana, e non nel senso che almeno cantava e si guadagnava da […]

Occhio Salvini, c’è una trappola per te

Occhio Salvini, c’è una trappola per te

di Miguel Con i media ci sa fare, le possibilità di costituire un buon gruppo parlamentare le aveva, non era ostile ad alcuni temi cari da queste parti e molti cattolici refrattari, turandosi il naso, l’hanno votato. Ora diciamocelo senza troppi giri di parole: al momento del voto non erano entusiasti. Almeno non lo erano […]