Sant’Agostino di Canterbury e la conversione degli Angli

Sant’Agostino di Canterbury e la conversione degli Angli

Sul finire del secolo XIX Leone XIII introdusse nel Messale Romano la festa di Sant’Agostino di Canterbury, discepolo di San Gregorio Magno, primo Vescovo d’Inghilterra. Lo fece “nell’intenzione di quel grande Pontefice voleva essere come il grido d’un intenso affetto e d’un amoroso richiamo della Chiesa Madre a quella gloriosa isola Britannica, un tempo sì […]

La conversione dei Visigoti

La conversione dei Visigoti

L’8 maggio 589 Recaredo e i Visigoti abiuravano l’eresia di Ario e accettavano la Fede Cattolica. Un momento importantissimo per la Spagna Cattolica, il suo atto fondativo. Un atto sigillato dal sangue del santo Martire Ermenegildo, decapitato nel 385 dal padre Leovigildo per aver rifiutato di ricevere la comunione da un vescovo ariano, come sentenziava […]

“Affinità tra il maomettismo e il luteranismo” dell’abbè Rohrbacher

“Affinità tra il maomettismo e il luteranismo” dell’abbè Rohrbacher

Nel passato e, sebbene meno palesemente, anche nel presente il mondo protestante ha spesse volte tramato coll’Infedele ai danni della Civiltà Cristiana (quella vera, cattolico-romana, non i surrogati da presunto scontro di presunte civiltà). Questo breve saggio dell’abbè Rohrbacker può illuminarci a riguardo di vicinanze ad un occhio superficiali quasi inimmaginabili fra la religione di […]

“Per l’esaltazione della Fede e l’estirpazione dell’eresia”. L’apertura del Concilio di Trento

“Per l’esaltazione della Fede e l’estirpazione dell’eresia”. L’apertura del Concilio di Trento

da Storia universale della chiesa cattolica dal principio del mondo sino ai dì nostri dell’abate Rohrbacher, Vol. XII, Torino, 1861, pp. 600-601. a cura di Giuliano Zoroddu Il dì 13 dicembre 1545 il primo dei Legati, Cardinale del Monte, si volse ai Padri del Concilio dicendo: “All’onore e alla gloria della santa e indivisibile Trinità, Padre, Figliuolo […]

Le “buone intenzioni” di Lutero: bruciare il Papa e lavarsi le mani nel suo sangue.

Le “buone intenzioni” di Lutero: bruciare il Papa e lavarsi le mani nel suo sangue.

Il 26 giugno 2016, sull’aereo che dall’Armenia lo riportava a Roma Bergoglio, eco fedelissima dei suoi due predecessori e tutto ripieno dell’ecumenismo conciliare e postconciliare, a proposito dell’arcieresiarca Lutero, ebbe a dire: “Io credo che le intenzioni di Martin Lutero non erano sbagliate”. Vediamo in cosa coesistevano queste intenzioni non sbagliate e quindi buone. Testi […]

La pia morte del terribile Giulio II

La pia morte del terribile Giulio II

da Storia universale della chiesa cattolica dal principio del mondo sino ai di’ nostri dell’abate Rohrbacher, Vol. XII, Torino, 1861, pp. 17-19.  a cura di Giuliano Zoroddu Sin dal 4 febbraio [1513], papa Giulio II, che aveva settantadue anni, chiamò vicino al suo letto di malato Paride Grassi, maestro delle cerimonie, e gli Disse con […]

Papato e libertà. Alcune interessanti citazioni di autori protestanti.

Papato e libertà. Alcune interessanti citazioni di autori protestanti.

a cura di Giuliano Zoroddu Riprendiamo l’incipit del libro LXVII della Storia Universale della Chiesa Cattolica dello storico francese abbè Rohrbacher, che contiene alcune interessanti citazioni di autori protestanti a riguardo della portata benefica del Papato Romano rispetto alla Civiltà mondiale. Buona lettura! La cristianità, ampia famiglia di popoli ed individui cristiani, congiunti fra loro […]

Quando gli “ortodossi” credevano al Purgatorio

Quando gli “ortodossi” credevano al Purgatorio

a cura di Giuliano Zoroddu Come si sa uno degli articolo di fede che divide la Chiesa Romana dalle varie chiese scismatiche d’Oriente è la credenza nel Purgatorio. Tuttavia nel XV secolo non era poi così tanto divisivo, se durante i lavori del Concilio Ecumenico di Firenze – durante il quale si realizzò la pur […]

Eroi d’Europa: Marcantonio Bragadin (1523-1571)

Eroi d’Europa: Marcantonio Bragadin (1523-1571)

a cura di Giuliano Zoroddu Marcantonio Bragadin (Venezia, 21 aprile 1523 – Famagosta, 17 agosto 1571) è l’eroico rettore veneziano di Famagosta, brutalmente martirizzato dai Turchi spronati dall’ebreo Giuseppe Nasi. Ne vogliamo ripercorrere le vicende con la narrazione dell’abbé Rohrbacher. Solimano II, l’imperatore più famoso degli Ottomani , morì di febbre il 14 settembre 1566 , ed ebbe a successore suo […]