Il fantasma di una pulce: G. K. Chesterton e William Blake

Il fantasma di una pulce: G. K. Chesterton e William Blake

«Come ogni romantico amava l’irrevocabile. Come ogni artista detestava la gomma da cancellare» Nel 1904 Chesterton aveva pubblicato per la rivista «The Popular Library of Art» un profilo di George Frederic Watts, pittore allora molto in voga, del quale apprezzava lo stile e la propensione all’allegoria (nonostante un certo razionalismo di fondo). Chesterton era rimasto […]